Criticare un fenomeno mondiale è comparabile ad una delle fatiche di Ercole, devi essere onesto con te stesso ma sopratutto con chi ti segue, oltre che saper riconoscere pregi e difetti di tale fenomeno senza esagerare. Mi metto in gioco qui, su Lega Network, criticando il fenomeno del momento: io sono Casey e in questo articolo vi parlerò del perchè, secondo me, Pokémon Go è realizzato in modo pessimo.

Tralasciando l’aspetto divertente e nostalgico del titolo Niantic, devo dire di essere abbastanza deluso da un titolo del genere, sopratutto alla release: le azioni eseguibili sono veramente poche, contornate da un hub fin troppo povera di dettagli e da un comparto Social davvero inesistente; ma andiamo con ordine, senza fretta e senza strafare.

Cattura un Pokémon, potenzialo, evolvilo. Tutto bellissimo, se fosse lontanamente simile al vero allenare un Pokémon nei videogames della saga. Sono concorde con il non aver messo le statistiche ed i livelli, sintetizzando tutto con i PL, però mi sembra davvero esagerato: troppo basilare, mal strutturato (perchè trasferire un Pokémon evoluto dovrebbe darmi sempre e solo una caramella del suddetto? E perché i potenziamenti costano troppo rispetto ai punti Guadagnati catturando/Schiudendo uova?) ed, alla lunga, noioso.
Io, da amante dei videogiochi di “Monster Breeding”, mi sono davvero stufato in pochi giorni di un sistema del genere, atto a ripetere sempre lo stesso gesto con il dito per catturare uno dei tanti amati mostri tascabili. Avrei desiderato un minimo di complessità in più, non l’ennesimo giochino per cellulare con stelline e continuo acquisire dello stesso personaggio per evolverne uno solo al massimo del suo potenziale.
Sono consapevole che la massa di utenti di Pokémon Go non siano videogiocatori, anzi: per la prima volta in assoluto sono le persone “normali” ad invadere il nostro mondo digitale; ciò, previsto da Niantic, ha richiesto una semplicità immonda in quello che possiamo chiamare Gameplay, rendendo tutto veramente povero.
Vogliamo parlare delle “lotte” Pokémon? Tap, Tap, Slide. Tap, Tap, Slide. Ripeti fino alla vittoria.
Sul serio? Due anni di creazione per TAP TAP SLIDE?
Tolto che utilizzare le lotte 1 Vs 1 lo trovo penalizzante per il gioco stesso, atto a farti catturare una quantità spropositata di mostri, e la modalità VGC del 2 Vs 2 sarebbe stata più adatta, ma dovremmo tornare al discorso del tap, tap, slide: anni di evoluzione nei Mobile games ed arriviamo solo a questo? No grazie, bel buco nell’acqua.
Niente utilizzo degli oggetti o cambio Pokémon, niente strategia o capacità, soltanto riuscire a spostare il dito sullo schermo nel momento giusto.
Che la semplicità sia un punto a favore per l’utenza media lo posso capire, ma trovare un punto d’ incontro tra utente Casual e utente Fans sarebbe stato positivo per tutti.

Passiamo ora all’interfaccia utente, scarna e, anche qui, fin troppo basilare: ci siete voi, i Pokéstop, le palestre ed i Pokémon. Per un gioco del genere, basato totalmente sulla mappa e sull’interagire con essa, mi sembra troppo poco. Nessuna segnalazione di altri allenatori, amici o nemici, presenti nelle vicinanze, nessuna segnalazione di attacco alla nostra palestra, nessun Log utile a sapere chi ha fatto cosa (per esempio la cattura di un Pokémon raro ad un paio di chilometri da noi, spingendoci ad andare in quella direzione) o una chat, nemmeno di squadra, se non tramite un’applicazione esterna o gruppi Whatsapp e Telegram. Delusione totale, sopratutto conoscendo il passato di Niantic sotto questo aspetto.
L’Hub utente povera si collega al comparto Social davvero assente: inutilità nel scegliere un Team piuttosto che un’altro, mancanza di una sottospecie di missioni singole o di squadra (Ehm wow, le medaglie che mi fan sapere di aver camminato 100 chilometri , grazie davvero, sono commosso), zero interazione con avversari al di fuori delle palestre e zero interazione con compagni di team o altri utenti in generale.
Come abbiamo potuto vedere sul web, moltissimi si raggruppano e vanno a caccia, si creano legami al di fuori del gioco grazie al gioco; ma allora, perchè non far nascere tutto ciò già in game? Perchè non farmi parlare con il mio Team per organizzare “Attacchi” alle palestre o cacce di gruppo? Perchè non darmi la possibilità di sfidare amichevolmente un altro allenatore o scambiare i Pokémon? Fin troppi perchè, per i miei gusti. Sopratutto poichè il gioco è totalmente un social game, non può essere nato come Single player, non avrebbe avuto senso.

Ultima critica, i Server: questo Tom tom di quarta categoria, succhia batteria e riscalda smartphone, possiede i server più schifosi che io abbia visto negli ultimi anni.
Ed ho giocato a God of War online ragazzi.
Continui blocchi, server down, errori di Login, sono solo alcune delle lacune del comparto Online del gioco. Non credo proprio che Niantic non si aspettasse tutta questa affluenza, sopratutto nel momento in cui ha scelto di creare un gioco Pokémon così Casual Friendly.

Questo sono le mie critiche ad un gioco ormai in Release, accettabile solo se fosse in Alpha o in Beta, e le mie impressioni a livello personale.
Come detto all’inizio, il divertimento è comunque assicurato e la nostalgia dei primi anni Duemila si fa sentire. Contando che Sum 41 e Blink-182 han rilasciato un nuovo album e tutti sono pazzi per i Pokémon, mi sento davvero in terza media.

A proposito dell'autore

Casey A.K.A Christopher,25 anni da Novara. Sono un videogiocatore da 20 anni, principalmente su console fissa e portatile,nonostante un amore nato da poco con Blizzard. Giocatore di Magic da 4 anni. Psn: TheCasey91 Battlnet: TheKris91#2972

Post correlati

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata