Menu

DESTINY TRAVELLER’S TALES #16 – Oryx’s Family – Oryx, Il Re dei Corrotti

Buonasera Guardiani e benvenuti al nostro appuntamento di Destiny Traveller’s Tales. Siamo giunti alla conclusione della nostra serie su Oryx; dopo aver parlato di Re Osmium e Taox, padre e matrigna (link qui), delle sorelle Savathun e Xivu Arath (link qui), dei figli del Re (link qui) siamo giunti a lui, il temuto Re dei Corrotti: Oryx!

Il tuo volere mi appartiene.

Oryx, il Re dei Corrotti

Oryx, il Re dei corrotti è il sovrano del Regno fondato da suo padre, Dio dell’alveare e anche il Re dei Corrotti. E’ anche grazie a lui che l’alveare ora può contare su una grande potenza e una sorta di immortalità. Il Re dei Corrotti per noi era solo una leggenda finchè non si è presentato personalmente nel nostro sistema solare per trovare e distruggere il viaggiatore e vendicare la morte di suo figlio, Crota.

Abbiamo già discusso della sua origine, di Fundament, il pianeta dove viveva e dove ha assistito alla morte di suo padre per mano dei Bevitori d’elio. Ha passato due anni della sua vita per aggiustare “l’ago“, la nave che gli ha permesso di raggiungere i vermi nelle profondità di Fundament dove insieme alle sue sorelle hanno stretto un patto con le divinità dei Vermi che gli hanno concesso una quasi immortalità e una enorme potenza.
Dopo il patto coi vermi, le tre sorelle lanciarono un ultimatum a quello che sarebbe divenuto l’alveare come lo conosciamo noi, accettare le larve o perire. Cominciarono la caccia a Taox e distruggevano chiunque desse lei asilo finchè poi, come sappiamo, Taox si rifugiò sulla luna degli ammoniti, dove risiedeva anche il Viaggiatore. All’inizio Oryx cercò di negoziare con questa razza visto che avevano al loro fianco il viaggiatore, questa “grande macchina” dalle doti straordinarie, ma Savathun, sotto comando dei Vermi, uccise la sorella, Aurix, per punizione, era inaccettabile per lei titubare, i vermi avevano fame, e la morte degli ammoniti era l’unica soluzione per arrivare a Taox. Invece di morire, l’anima di Aurix raggiunse il suo “Regno ascendente”, il regno del Trono, dove risiedette fino al suo ritorno nel mondo dei mortali. Tornato nel mondo dei mortali, tornò cambiato; la sua stessa sorella tentò di distruggerlo e così lasciò da parte la sua simpatia e il buon senso e divenne un feroce e spietato tiranno. La loro guerra di vendetta contro Taox divenne presto una vera Campagna di sterminio, ormai Taox era solo un pretesto per poter conquistare e distruggere, annientarono quindi gli ammoniti e costrinsero il Viaggiatore e Taox alla fuga. Dopo la conquista delle lune di Fundament, le tre sorelle crearono ognuna un loro regno ascendente dove nessuno delle tre poteva interferire con i regni delle altre.
Dopo la fuga del viaggiatore da Fundament Oryx e le sorelle costruirono navi capaci di viaggiare nello spazio e portare guerra ovunque, cominciò allora una vera e propria guerra contro l’ecumene (un’alleanza galattica che dichiarò guerra totale all’alveare). Durante questa guerra però Aurix si rese conto che i vermi le avevano ingannate, questi vermi crescevano troppo velocemente e oltre le loro capacità di riuscire a nutrirli, quindi Oryx organizza un incontro con le sue sorelle nel suo Regno ascendente. Le due sorelle offrono il loro potere per aiutare Aurix a distruggere i vermi, cosi si fanno uccidere da Aurix nel mondo reale per donargli un’enorme potere che sfrutta per uccidere il dio Protettore dei vermi, Akka, il verme dei segreti!
Uccise dunque Akka e in questo modo riuscì a rubare il suo potere di evocare e controllare l’oscurità e creò la tavola della Rovina, che gli donò il potere di Akka, cioè quello di Corrompere altri essere viventi. La sua trasformazione era quindi compiuta, Aurix divenne Oryx, il Re dei corrotti!

…e li corromperò tutti.

Oryx, il Re dei Corrotti


Prima di ricominciare la guerra contro l’ecumene tramite dei rituali riporta in vita le sorelle che donarono la loro vita ad Oryx e inserisce un codice, una legge per tutto l’alveare: il sistema di decimazione.
Senza più nessun Dio da saziare, l’alveare gestisce la propria fame di distruzione in maniera diversa; ogni membro dell’alveare che uccida un nemico prende una parte per saziare il suo verme e ne da una parte al proprio superiore. Gli schiavi ne danno un po agli accoliti, gli accoliti per i cavalieri o per le maliarde, le maliarde e i cavalieri per gli ascendenti, coloro che si erano guadagnati il diritto di entrare nei regni ascendenti dell’alveare.
Tutta questa violenza avrebbe comunque sempre nutrito il verme di Oryx, Savathun e quello di Xivu Arath, rendendoli ogni volta sempre più potenti.
Oryx, una volta creata la tavola della rovina decise di rinchiudersi nel suo palazzo per studiare e controllare appieno il potere rubato ad Akka, così lasciò il suo Regno ascendente nelle mani dei figli; durante un esperimento delle cantamorti Ir Anuk e Ir Alak (figlie di Oryx) e del fratello Crota per capire il funzionamento della Superanima aprono per sbaglio un portale che mise in collegamento il regno ascendente e i Vex, permettendo a questi ultimi di entrare nel regno di Oryx. Cosa c’entrano dunque le sorelle di Oryx? Savathun ingannò Crota, non si sa come gli donò quella che poi diventerà “la Spada di Crota“, gli disse che era capace di aprire un portale e proprio con questa spada aprì un varco da cui poi uscirono i Vex; per cento anni Crota e le sorelle cantamorti lottarono contro i Vex.
In tutto questo Oryx era segregato nelle sue stanze, stava studiando l’oscurità, cercava di comprendere il potere che aveva rubato ad Akka e voleva perfezionarlo sempre di più. Finchè poi, Eir, un dio dei vermi, capì che la situazione coi Vex stava diventando insostenibile e pericolosa per il regno di Oryx e chiamò il Re in persona a sistemare le cose. I vex erano potenti, riuscirono a contrastare l’alveare ma non riuscirono a cacciarlo dal proprio regno, ma poi arrivò Oryx pronto a sfruttare il suo potere che aveva piano piano migliorato, corruppe alcuni vex e li spedì nel varco per uccidere i loro stessi simili e cacciò via la minaccia Vex per sempre. Adirato da ciò che aveva fatto il figlio lo spedì dritto nel varco dicendogli: “torna vincitore, o morirari dimenticato da tutti“. All’inizio Crota si sentì abbandonato dal padre al punto di arrivare ad odiarlo, ma dopo svariate lotte e conquiste cercava invece di riavvicinarsi ad Oryx, creando altari in suo nome gettandoci le sue vittime cosi da donare nutrimento al Re, quindi anche lui seguiva la legge del padre della decimazione, di nutrire i propri superiori. Comunque, Oryx si era visto arrivare un nemico in casa tramite uno scherzo fatta da sua sorella Savathun, così Oryx volle incontrare di persona Savathun per sapere cosa essa sapeva su questi Vex ed essa spiegò al Re dei corrotti che erano delle macchine perfette, calcolatrici e costantemente al lavoro per raggiungere la vittoria contro qualunque nemico.
Nella famiglia reale non scorreva buon sangue, le due sorelle avevano visto il potere che Oryx aveva acquisito e volevano ucciderlo. Savathun in primis era ostinata ad uccidere il fratello, chiamò Xivu Arath e gli disse che i Vex avevano un portale che portava dritto al regno dell’odiato fratello, la volle aiutare a passare per quel portale e organizzare un imboscata per uccidere Oryx.

Oryx, rimetti in ordine il tuo mondo!

Eir, Dio dei Vermi

Oryx, però, tutt’altro che sciocco era invece molto scaltro e astuto e si accorse che il suo regno era vulnerabile; chissà quali e quanti nemici potevano uscire da quel varco. Così Oryx creò la sua Astrocorazzata, con i pezzi restanti di Akka, il Dio dei vermi ucciso da Oryx, rubò il martello di Xivu Arath e lo scalpello di Savathun e corazzò la nave con armature malefiche.
Dopo che costruì la sua astrocorazzata, rivoltò il suo regno ascendente e lo riversò all’interno di essa. L’astrocorazzata è nel regno di Oryx, Il regno di Oryx è nell’astrocorazzata… un paradosso.
Durante il suo viaggio Oryx rincontra anche Quria, la mente Vex che osò sfidarlo e la distrusse per sempre (approfondiremo quria e la sua storia in un’altro appuntamento).
Sappiamo che nello scontro con Quria, la stessa tentò di fregare Oryx presentandogli a Oryx una simulazione di ciò che era: Aurash. Aurash, la simulazione di ciò che era Oryx sembrava terrorizata nel vedere ciò che Oryx era diventato, voleva sapere che fine avevano fatto le sue sorelle, quale terribile sorte aveva riservato loro e al suo popolo. Oryx non si fece intimidire in nessun modo e distrusse Quria e la presentò alla sorella Savathun, la sorella studiosa. Savathun sembrava arrabbiata, Oryx aveva distrutto una mente Vex piena di segreti da svelare ma Oryx disse che la sopravvivenza dell’alveare e il segreto del loro potere erano troppo importanti e quindi era giusto uccidere chiunque si fosse messo contro di lui.
Oryx era anche convinto che questi vex si consideravano immortali e che solo distruggendoli avrebbe provato a tutto l’universo che lui e l’alveare erano gli unici veri padroni dell’universo, non provava nessuna pietà verso nessun nemico.
Dopo tutto questo ci fù la divisione della famiglia; le sorelle di Oryx e Oryx stesso distrussero la popolazione di Armonia, una popolazione che fu irradiata dal potere del viaggiatore che gli aveva donato l’albero consacrato, un albero infuso del potere del viaggiatore, una grande fonte di nutrimento per esseri cosi oscuri, lo stesso albero stava per scatenare una guerra nella famiglia reale, stava incrinando ancor di più i già precari rapporti tra Oryx, Xivu Arath e Savathun, così Savathun prese la decisione più saggia, abbandonare la sorella e il fratello, quindi dividere le strade di tutti per evitare inutili conflitti, entrò dunque in un buco nero con la sua progenie e le sue lune belliche per portare il suo regno altrove. Xivu Arath confida al Re dei corrotti che il suo potere è troppo ingombrante e ostacola troppe scelte, così conduce le sue lune belliche nella notte sigillando il suo regno altrove.
Oryx, ormai solo, decide invece di continuare la sua campagna di distruzione e la sua caccia al viaggiatore, senza mai dimenticare Taox. Il sogno di Oryx è cambiare il futuro e il passato per fare in modo che diventi, Il Re dell’universo.
Dopo la morte di Crota Oryx ascolta il lamento del figlio e arriva nel nostro sistema solare in cerca di vendetta; quel che succede al suo arrivo credo lo sappiamo tutti. La fine di Oryx? L’abbiamo scritta noi.

Alla fine avrò la mia vendetta!

Oryx, il Re dei Corrotti

Bene Guardiani questa era la storia del nostro nemico numero 1 (fin’ora), ci vediamo al prossimo appuntamento di Destiny Traveller’s Tales!!!

 

 

 

Appassionato di videogiochi sin da bambino, fiero possessore di due console di casa Nintendo: Ds e Wii, oltre alla console di casa Microsoft: Xbox One. Da dicembre 2016 possessore anche di una Ps4 "slim". Studente universitario al secondo anno presso la facoltà di Economia e Management di Pisa.

One comment

1 Pings/Trackbacks for "DESTINY TRAVELLER’S TALES #16 – Oryx’s Family – Oryx, Il Re dei Corrotti"
  1. […] Tales! La settimana scorsa abbiamo concluso la nostra mini serie dedicata ad Oryx (link qui) e ora voglio parlarvi dell’oscurità; questo nemico potente che non si sa da dove venga. […]

Lascia un commento

I NOSTRI SPONSOR