Buonasera guardiani e bentornati al nostro Destiny Traveller’s Tales, siamo nel mezzo della serie “Oryx’s Family“, e dopo aver parlato del padre e della matrigna (link) arriva l’ora delle due “amatissime” sorelle. Abbiamo già accennato a loro durante le prime parti della nostra serie di Oryx notando come le tre sorelle fossero inizialmente molto unite; ma poi, col susseguirsi di varie vicissitudini le tre sorelle si allontanano e cominciano ad odiarsi. Parliamo di loro dunque!

Xi Ro o Xivu Arath 

Abbiamo parlato del Padre di Oryx, Re Osmium, della matrigna e tutrice, Taox, ora parliamo delle sorelle di Oryx: Xivu Arath e Savathun.
Xivu Arath, prima del patto coi vermi si chiamava Xi Ro, era una delle sorelle del Re dei corrotti. Dopo la morte del padre raggiunse le profondità di Fundament e insieme alle sorelle strinsero un patto coi vermi, questo patto avebbre donato potenza e immortalità a lei e alle due sue sorelle; Xi Ro, da sempre grande guerriera ottenne il verme del cavaliere cosi da affinare ancora di più le sue doti di condottiera. Tornata dalle viscere di Fundament schiacciò i rivali Bevitori d’elio e cominciò insieme a Savathun e Aurix la caccia a Taox, la matrigna che tradì Re Osmium. Insieme alla sua famiglia e alla sua progenie invasero e distrussero tutte le lune di Fundament, senza mai riuscire a mettere le mani su Taox. Sappiamo poco delle conquiste che fece poi insieme alle sue sorelle, sappiamo però che dopo la conquista del pianeta degli Armonia , Xivu Arath abbandonò la sua famiglia; tra le tre sorelle era nata grande rivalità, ognuna delle tre voleva far si che la sua progenie fosse quella “finale”. Fu Xivu Arath la prima delle tre a complottare contro le altre, aveva capito che essendo divenuta una Dea e un signore dell’alveare doveva dichiarare guerra alle altre, doveva distruggerle, tentò addirittura di rubare le tavole custodite da Oryx, fonte del suo potere di corrompere, perchè come sappiamo solo Oryx possiede abilità particolari, Xivu Arath non possiede nessun potere simile a quello di Oryx e forse, temendolo più potente decide, in comune accordo con le altre due, di dividere le loro strade dopo la battaglia del pianeta Armonia. Armonia, giusto per chiarire, era un pianeta dove c’era un’albero consacrato dalla luce del Viaggiatore ove i tre Dei dell’alveare ne mangiarono i frutti per nutrirsi di luce. Purtroppo nei libri del dolore si parla poco di Xivu Arath e abbiamo quindi poche notizie.

Xivu Arath volle anche lanciare un’attacco frontale ad Oryx con l’aiuto di sua sorella, ma parleremo di questo in un’altro appuntamento.

Io sono Xi Ro, figlia minore del re morto. Riprenderò la Corte di Osmium e ucciderò la traditrice Taox. Sul mio occhio sinistro, giuro vendetta.”

Xivu Arath – Libri del dolore III

Savathun

Savathun era una delle sorelle di Oryx. Abbiamo parlato di Xivu Arath, ma Savathun era forse la sorella più odiata da Oryx poiche anch’essa molto potente e sicuramente più scaltra dell’altra sorella.
Prima del patto coi vermi, Savathun si faceva chiamare Sathona ed era una maliarda, che poi divenne la Regina delle Maliarde. Anch’essa fu una dei progenitori dell’alveare, divenne una Dea, come Oryx e Xivu Arath, ma a differenza delle due sorelle era quella più assetata di conoscenza, voleva scoprire sempre di più sull’oscurità, sul viaggiatore e su ogni mistero che circondava l’universo. Dopo la fuga di Xivu Arath decise anch’essa di lasciare Aurix da sola, prese la sua progenie e si avventurò in buco nero, voleva cercare un modo di evolvere la sua progenie in maniera diversa e renderla ancora più potente rispetto a quella delle due sorelle. Dove sia ora? Nessuno lo sa!
Sappiamo già della morte del padre, del patto coi vermi e della vendetta, ma Sathona era diversa dalle altre due sorelle, lei voleva già da subito procreare, dar vita a una grande progenie, cosi che avrebbe avuto tempo per dare un significato alla sua vita, cercare la gelatina capace di allungare la vita dell’alveare, seppur di poco, ma sarebbe stata felice. Ovviamente l’omicidio del padre cambiò i suoi piani, fù costretta a cercare una soluzione e a placare la sua sete di vendetta contro Taox e i bevitori d’elio. Sathona, mentre nella corte di Osmium c’era ancora la pace, trovò nella riva dell’oceano una larva bianca, sembrava morta, ma la portò comunque al cospetto del padre, Re Osmium. Sembra che proprio questa larva sussurasse al padre dell’imminente allineamento delle lune di Fundament e dell’incombente catastrofe, sappiamo che data la follia e la senilità nessuno ascoltasse Re Osmium. Durante l’attacco dei bevitori d’elio alla corte di Osmium il Re venne ucciso, ma le figlie riuscirono a scappare, e nella confusione Sathona prese con se la larva bianca custodita dal padre perchè sospettava che nascondesse uno strano potere, prese la nave di Aurash e scappò giurando vendetta. Durante l’anno seguente Sathona giurò di aver sentito la larva parlare, sembrava dicesse qualcosa riguardo a come salvare lei e le sue sorelle, sembrava guidarla, finchè poi le tre sorelle trovarono una nave, “l’ago”, una nave abbandonata ma che possedeva un elevata tecnologia; l’equipaggio della nave era stato sterminato, trovarono infatti all’interno un uovo schiuso di una creatura non riconoscibile. Xi Ro era ostinata a vendere la nave, così che col ricavato avrebbero potuto ingaggiare dei mercenari e tornare nel regno dell’elio e distruggere i bevitori dell’elio e uccidere Taox, ma Aurish si oppose dicendo che era meglio riparare la nave; Sathona si schierò con Aurish, molto probabilmente spinta dalla larva.


Il tempo passava e Sathona era preoccupata, aveva paura di invecchiare e che ormai anziana non avrebbe potuto trovare la gelatina capace di allungare la vita alla sua progenie e quindi sollecitò alle sorelle di aggiustare la nave nel minor tempo possibile. Dopo due anni di lavoro le sorelle ripararono “l’ago“, Aurish sapeva della leggenda dei Vermi, queste creature misteriose e mitologiche che erano rinchiuse nelle profondità dell’oceano di Fundament e spinse in tutti i modi le sorelle a tentare questo folle piano; Xi Ro era convinta che proprio un viaggio nelle viscere del pianeta aveva ucciso il vecchio equipaggio, forse proprio là sotto trovarono l’uovo di questa strana creatura, l’unica che era d’accordo tra le due era proprio Sathona, forse perchè la larva bianca le aveva detto delle cose che non aveva mai condiviso con le sorelle; quindi, spinte dal fatto che oramai le loro vite erano praticamente agli scoggioli decisero di intraprendere questo viaggio sapendo che forse non avrebbero mai trovato nulla.
Durante il loro viaggio nel centro del pianeta incontrarono il Leviatano, creatura-discepolo del viaggiatore posto a guardia dei vermi, che tentò in tutti i modi di dissuadere le sorelle e le invitò ad andarsene; il Leviatano conosceva la potenza dei vermi e cercò in tutti i modi di tenere le tre sorelle lontane; disse loro di stare lontano, di tornare indietro, che oltre quel limite avrebbero trovato solo oscurità e violenza. Sathona sollecitò le sorelle a continuare e di non ascoltare le parole del Leviatano, così esse continuarono senza paura verso le profondità di Fundament. Raggiunsero il centro di Fundament e qui trovarono i Dei dei vermi: Akka, Eir, Ur, Xol e Yul. I Dei offrirono alle sorelle la possibilità di lasciare Fundament prima che lo Syzygy avesse distrutto il pianeta e in più gli proposero l’immortalità per loro e tutta la loro specie; l’unica cosa che dovevano fare era ospitare nel loro corpo queste larve parassitarie e diffonderle in tutta la loro specie ma in cambio avrebbero dovuto sempre nutrirle, mantenendo la loro natura violenta e assetata di conoscenza.
Le sorelle ovviamente accettarono questo patto ospitando le larve diventando così immortali e potenti: Xi Ro prese la larva del cavaliere e divenne Xivu Arath, Sathona prese la larva chiamata “della Madre” e divenne “Savathun” e Aurash prese la larva del Re, tanto che cambiò il proprio sesso diventando un maschio e divenne quindi Aurix, il Re dell’alveare.
Dopo il patto con i vermi sappiamo che le tre sorelle, oramai divenute dei veri Dei tornarono nella corte di Osmium e sterminarono i bevitori d’elio. Cominciarono la loro ricerca di Taox e la loro conquista dell’universo finchè poi si divisero, Xivu Arath scomparve, Savathun entrò in un buco nero per dare alla sua progenie un evoluzione diversa e Aurix…. beh di lui ne sapremo di più più avanti. Savathun attentò alla vita di Oryx svariate volte, una volta utilizzando Crota, il figlio di Oryx, un’altra volta tramite Malok, (linkma ovviamente senza mai sfidarlo faccia a faccia. Se le sorti delle tre sorelle si incontreranno ancora, non saranno più alleate.

Io sono Sathona, figlia di mezzo del re morto. Riprenderò la mia patria, mangerò la gelatina delle madri e farò nascere la mia progenie sul cadavere del Re di Elio. Giuro questo sul mio occhio destro.”

Savathun – Libri del dolore III

Bene guardiani, oggi abbiamo parlato delle sorelle di Oryx. Ovviamente è solo un riassunto di tutto quello che potete trovare nel grimorio, vi consiglio la lettura dei 50 libri del dolore poichè narrano piu specificatamente tutta la storia dietro Oryx e la sua famiglia.

Ci vediamo la settimana prossima con un’altro episodio di Oryx’s Family!

2 Risposte

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata