Menu

Destiny Traveller’s Tales EXTRA – Battaglia dei Sei Fronti & Battaglia del Crepuscolo

“…e i Signori del Ferro, risorgeranno!”

Lord Saladin – Rise of Iron trailer

 

Edizione straordinaria delle Destiny Traveller’s Tales!
Eh si, perchè oltre al solito appuntamento settimanale (link) oggi vi vogliamo parlare di Lord Saladin, della battaglia della Breccia del Crepuscolo e tutto ciò che sembra fare da sfondo all’atteso live di stasera. Stasera come ben saprete la Bungie farà uno stream su Twitch dove ci verrà presentata la nuova espansione (Rise of Iron) e dalle immagini che finora ci sono arrivate qui a Lega dei Guardiani abbiamo (forse) capito qualcosa riguardo gli eventi del futuro DLC!
Io e il mio collega Cold, appassionati di Lore, abbiamo spulciato un pò il Grimorio per cercare di capire come collegare le immagini a nostra disposizione alle storie del passato storico del gioco e siamo piano piano arrivati alla storia che vi presentiamo oggi.
Lord Saladin (dalle immagini e dal trailer immaginiamo sia lui il titano con l’ascia infuocata) è  un titano,  l’organizzatore del torneo “Stendardo di Ferro”; lo stendardo non è altro che un torneo che si svolge nel Crogiolo di Destiny che serve ad onorare la memoria dei Signori del Ferro e dei Lupi del Ferro. Ma questi “Signori” cosa hanno fatto di così importante? Possiamo dire che se la Torre e l’Ultima Città ora sono un rifugio sicuro contro l’Oscurità lo dobbiamo anche e sopratutto a loro.

Partiamo dunque dal principio, La “Battaglia dei Sei Fronti”, una delle primissime battaglie che siano state combattute dai Guardiani della Città: quattro ordini di Titani cercarono di proteggere le mura della Città ancora in costruzione. E’ detta dei Sei Fronti proprio perchè la stessa fu combattuta su sei fronti diversi e per questo fu molto difficile e sanguinosa. I nemici furono sconfitti, purtroppo però visto che la battaglia  antichissima non si conoscono bene i Casati Caduti che attaccarono, tuttavia conosciamo benissimo chi ci difese. Con l’avvento dell’Oscurità nel Sistema Solare l’umanità fu quasi sterminata e gli ultimi sopravvissuti tornarono sulla Terra e cercarono di costruire una città con l’aiuto del Viaggiatore, in grado di respingere ogni attacco. Quella dei “Sei Fronti” fu appunto una battaglia che si scatenò mentre l’umanità creava questo ultimo rifugio con le relative mura. Fortunatamente oltre ai Titani (famosi per essere stati i primi “muri” contro l’Oscurità) ci furono altri grandi eroi che lottarono contro questa invasione: i Signori del Ferro, i Lupi del Ferro, Osiride e Saint-14; ovviamente la battaglia fu vinta, sopratutto grazie al coraggio dei Signori del Ferro e alle capacità di Osiride che era già al tempo molto potente: sembrava capace di teletrasportarsi visto che riusciva ad apparire su tutti i fronti con incredibile velocità, tanto che, gli fu proposto di diventare un comandante dell’Avanguardia una volta la battaglia si fosse conclusa; Osiride lavorò per l’Avanguardia ma poi venne esiliato (avremo modo di parlare di lui in futuro, tranquilli!).

Questo che vedete è il logo/emblema dei Titani proprio per onorare i quattro ordini e sei fronti.

Dopo la vittoria la città fu completata, le mura erano solide e l’umanità si preparava a respingere le orde dell’Oscurità dal sistema solare!
Qualche tempo dopo però una minaccia torno sulla Terra, molto, molto vicino alla Torre, e qui cominciavo già ad avvicinarci agli eventi molto probabilmente oggetto nella prossima espansione: gli eventi de “La Battaglia del Crepuscolo”.

Abbiamo già parlato di questa battaglia sulla Lore dedicata ai Lupi e alla Guerra dell’Atollo (link); la Battaglia del crepuscolo fù una delle più grandi e distruttive battaglie affrontate dalla Torre. Il Kell dei Re, famoso per essere un gran manipolatore, riuscì a reclutare per questo conflitto i Casati Caduti dell’Inverno e dei Diavoli (e anche dei Lupi, che non parteciparono alla battaglia per i motivi già elencati nella Lore a riguardo) che sferrarono un attacco simultaneo alle mura della Città: l’obiettivo era catturare il Viaggiatore (la “Grande Macchina”) capace di donare scorte illimitate di etere (il loro cibo) ai Caduti e garantire così la loro sopravvivenza. La Breccia del Crepuscolo non  altro che un vero e proprio buco nelle mura della Città attraverso la quale i Caduti riuscirono ad entrare e a portare avanti un’avanzata verso la Città; ovviamente l’Avanguardia rispose e fu Lord Saladin in persona a guidare l’offensiva ai caduti invasori insieme ai suoi “studenti” Shaxx e Zavala. L’Avanguardia aveva costruito il famoso “Signore del Tuono” per l’occasione che fece piazza pulita uccidendo svariati caduti grazie alla sua potenza devastante e alla sua straordinaria velocità di fuoco; Lord Shaxx guidò poi l’ultimo contrattacco facendo scappare i nemici.

La vittoria della Torre fu agevolata anche dal fatto che il Casato dei Lupi (chiamato dal Kell dei Re) non riuscì ad arrivare sulla terra per aiutare i loro fratelli in guerra; il Casato dei Lupi venne fermato su Cerere da Mara Sov e dalla sua armata Insonne impedendo così il loro arrivo sulla Terra e probabilmente ciò evitò una sonora sconfitta per la Torre, data la potenza e la capacità bellica ingente a disposizione dei Lupi…

Ma quindi cosa c’entra tutto questo con questa nuova espansione direte?

Beh, la nostra opinione (sempre seguendo i dati forniti dal Grimorio)  che i caduti siano tornati e che vogliano distruggere la torre e prendersi il Viaggiatore, oggi come allora; Lord Saladin in copertina seguito dai lupi (Lupi del Ferro?) sembra sia pronto a fronteggiare ancora i Caduti. C’è un’altro dato che mi fa supporre la veridicità questa tesi: l’Avanguardia ha già sconfitto il Kell dei Diavoli (Saint-14 in persona lo ha ucciso), il kell d’inverno Draksis e il Kell dei Lupi Skolas; quindi il Kell dei Re  ancora là fuori (la sua esistenza viene menzionata da Petra Venj in una missione del DLC Il Casato dei Lupi) e le leggende narrano che sia il Kell più potente di tutti e che il suo casato sia quello sicuramente meno numeroso ma più infimo e spietato.

Il Kell dei Re è  un personaggio misterioso, responsabile del primo attacco alla Torre su larga scala (la Battaglia del Crepuscolo) e capace di manipolare con facilità gli altri Casati rivali. Un altro dato che ci fa riflettere  un elemento alquanto curioso; Skolas, famoso per la sua ferocia, usò la forza contro i vari casati caduti per piegarli al suo volere, tranne che per i Re: li temeva? Aveva paura di questo misterioso Kell? Sta di fatto che Skolas mandò Yavek come ambasciatore dei Lupi per incontrare il Casato dei Re; il Kell dei Re rifiutò di incontrarlo di persona così mandò due dei suoi ambasciatori, Paskin e Vekis, ad incontrare i delegati dei Lupi. Il principe Uldren crede invece che i Baroni dei Re furono inviati all’incontro al solo scopo di uccidere il barone dei Lupi così da eliminare un potente rivale e dichiarare guerra ai Lupi perchè anche il Kell dei Re era ambizioso come Skolas e voleva i Casati Caduti restanti al suo fianco, così da poterli piegare al suo volere e aizzarli contro Skolas; i Guardiani però arrivarono e uccisero i tre baroni evitando anche una possibile guerra civile tra Caduti stessi.

La nostra teoria è dunque questa: il Kell dei Re ora  l’unico Kell in vita, gli Insonni sono stati decimati da Oryx e si crede che la regina Mara Sov e le Tecnidi siano morte; sapendo ciò, il Kell dei Re potrebbe riunire i Casati (compreso quello dei Lupi) e ritentare un’attacco alla Città ormai senza alleati: senza l’aiuto dell’Atollo l’Avanguardia si troverebbe a contrastare un nemico potente completamente isolata, ancora una volta; quindi ecco che Lord Saladin scende ancora in campo a guidare l’avanguardia contro un vecchio nuovo nemico.

Ancora un’ultima curiosità che non potevamo prevedere prima di stamattina è il fatto del “Gjallarhorn“! A quanto pare sarà ottenibile con il pre-order del gioco e questa storia la possiamo nuovamente collegare a tutto il resto. Il Gjallarhorn è un arma che fù costruita da Feizel Crux, costui era un armaiolo fondatore della  Crux/Lomar (la fonderia che ha dato alla luce il soffio del Drago,  il Verità e il Gjallarhorn), e forgiò l’arma (appunto il Gjallarhorn) con le armature dei guardiani caduti durante la Battaglia del crepuscolo per commemorarli, facendo in modo che possano “vivere” oltre la morte!

“Troviamo bellezza nella distruzione. Troviamola anche nel modo di dispensarla.”

 Feizel Crux

Saranno vere le nostre tesi?  Scopriamolo insieme stasera alle ore 19:00 con la nostra livestream contemporanea a quella della Bungie! (link)

In collaborazione con Cold.

Appassionato di videogiochi sin da bambino, fiero possessore di due console di casa Nintendo: Ds e Wii, oltre alla console di casa Microsoft: Xbox One. Da dicembre 2016 possessore anche di una Ps4 "slim". Studente universitario al secondo anno presso la facoltà di Economia e Management di Pisa.

No comments

Lascia un commento

Ultimi commenti

I NOSTRI SPONSOR

Iscriviti alla Newsletter