Menu

Road to Overwatch: Support Heroes

Cari amici e Care amiche di LegaNetwork, bentornati al Road to Overwatch dal vostro Casey!

Siamo giunti all’ultimo di questa serie di articoli introduttivi per chi, tra 4 giorni, vorrà buttarsi nella mischia con il nuovo titolo di casa Blizzard. Innanzitutto è doveroso ringraziarvi per avermi seguito in questa avventura, sempre più utenti hanno seguito questo mio format e ne sono molto compiaciuto. Grazie, grazie e mille volte grazie.

Ma non perdiamoci in chiacchere, abbiamo l’ultima categoria di Eroi da analizzare, i Supporto!

Lùcio, Symmetra, Merci e Zenyatta avranno il compito di tenere il vostro team in salute, così da non dover abbandonare mai il campo di battaglia. Come per le due categorie di DPS l’ammontare HP è piuttosto basso ma, grazie ad una survivability maggiore proveniente dalle proprie skill di cura ed a varie utility per il team, questi Eroi sono importantissimi nei vostri scontri.

Mercy:

L’angelo custode più sexy del mondo è la prima Eroina di Supporto che andiamo ad analizzare: Mercy è caratterizzata da un’abilita di Single Target Heal veramente eccezionale.

Grazie al suo Caduceo benefico, l’elvetica dottoressa può curare un personaggio alla volta veramente in modo ottimale, oltre che a potenziare il suo danno: infatti, in base alla modalità di fuoco del raggio sarà possibile mantenere in vita un vostro alleato o renderlo una macchina di morte.

Nel caso si trovasse nei guai, è dotata di una pistola a colpo singolo, il Cadueco Punitivo. Naturalmente con Mercy vorremmo ritrovarci sempre dietro le linee amiche, curando e potenziando i nostri compagni di squadra; se così non fosse, abbiamo sempre la nostra pistola per provare a danneggiare (anche se lievemente) i nostri nemici.

Ma cosa succede quando non siamo abbastanza vicino ai nostri Teammates? Nessun problema: utilizzare Angelo Custode è la soluzione. Grazie a questa skill, Mercy volerà al fianco del target selezionato, pronta a prendersi cura di quest’ultimo. Utilizzando Discesa Angelica, invece, ci permetterà di planare lentamente anche dalle alture più ostiche. Grazie a questo rallentamento, potremmo curare i nostri alleati in volo.

Ed ora parliamo di una delle Ultra più forti del gioco, capace di cambiare totalmente una battaglia: la Q di Mercy è Resurrezione, abilità che riporta in vita (e con HP pieni) i compagni di squadra caduti in battaglia nelle vicinanze. Da usare consciamente, è l’abilità perfetta nei momenti caotici di battaglia: riavere subito 2 o 3 compagni caduti, invece che aspettare il loro arrivo dallo Spawn, può davvero ribaltare le sorti sia di un attacco che di una difesa.

Non amo molto il Gameplay di Mercy, rimanere incollato ad un alleato e con poche capacità di autodifendersi non è proprio il mio stile, ma consiglio di imparare a giocare questo personaggio sopratutto a chi vorrà cimentarsi nella modalità Ranked o addirittura creare un Team. Non la reputo nemmeno adatta ai noobs, poichè davvero fragile: consigliata sopratutto a chi conosce questo ruolo, magari giocando personaggi come Lt. Morales di Heroes of the Storm.

Symmetra:

Parto subito dicendo che Symmetra è uno dei personaggi più forti del gioco, è strategicamente difficile da giocare e la consiglio sopratutto a chi conosce al meglio le mappe di gioco, la collocazione degli obiettivi e i passaggi più utilizzati dal team avversario.

Ora vi spiegherò il perchè:

partiamo subito dalla sua arma, il Proiettore Fotonico, che possiede due modalità di fuoco. La prima è un raggio a corta gittata che aumenta i propri danni nel tempo. Più colpite lo stesso bersaglio, più male gli farete; ottima abilità sia contro chi ha pochi HP, sia contro chi ne possiede molti. La seconda modalità di fuoco è una sfera di energia caricabile che, naturalmente, più viene caricata più è potente.

La conoscenza della mappa è tutto con Symmetra, sopratutto per la sua abilità Drone Sentinella e per la sua ultra, Televarco: con la prima potrete piazzare fino a 3 piccoli droni che emetteranno un raggio d’energia contro un avversario. Oltre a danneggiarlo, verrà anche rallentato. Dovete sapere dove i vostri nemici passeranno, anticipandoli e piazzando i vostri droni.

L’ultra, invece, posiziona un varco d’entrata nel vostro Spawn ed uno d’uscita nella posizione di Symmetra: vi farà risparmiare tempo negli spostamenti e vi farà essere più reattivi in battaglia. Qui conoscere la mappa è fondamentale: farsi distruggere il varco appena piazzato lo renderà inutile, meglio conoscere i nascondigli migliori.

La seconda abilità di Symmetra è Scudo fotonico: fino alla morte dell’alleato al quale viene donato, uno scudo assorbirà parte dei danni ricevuti.

Zenyatta:

Non tutti i robot sono macchine da guerra sanguinarie, alcune diventano monaci filobuddhisti che curano i proprio alleati. E comunque distruggono i propri nemici.

Ecco Zenyatta, monaco cibernetico dall’alto coefficiente di difficoltà: non saranno le preghiere a salvare i vostri compagni, ma le vostre abilità nell’utilizzarlo.

Partiamo, come sempre, dal suo potenziale offensivo: attacca grazie ai suoi Globi della Rovina, lanciati singolarmente o, previo caricamento, in rapida successione.

Molto abile le Poke Damage dalla lunga distanza, aumenterà i danni inflitti ad un singolo nemico grazie al Globo della Discordia: fintanto che Zenyatta è in vita o cambia target, il globo amplificherà i danni ricevuti dall’avversario scelto.

Stesso funzionamento nelle cure, grazie al Globo dell’Armonia.

La sua ultra, Trascendenza, lo renderà immune ai danni ed impossibilitato ad usare abilità o armi ma, in un raggio abbastanza ampio, gli permetterà di curare se stesso e gli alleati vicini.

Non è proprio il primo support su cui metterei le mani, fossi un nuovo giocatore: il saper piazzare i globi e il rimanere distanti dal centro della battaglia, non invogliano un nuovo utente a giocarlo. Consiglio però di imparare: dopo un primo attimo di possibile noia, vi renderete conto dell’enorme potere di questo eroe.

 

Lùcio:

Ed ecco il vincitore del Casey Noob Awards, Lùcio!

Il brasiliano è il support giusto se vorrete avvicinarvi a questa categoria di eroi poichè possiede un gameplay molto basilare, sopratutto per quanto riguarda le cure. Esse sono, infatti, ad ampio raggio e non dovrete selezionare un alleato per curarlo, lo farà la vostra musica per voi!

Amplificatore Sonico è la sua arma e possiede due modalità di fuoco: tre proiettili in rapida successione, da utilizzare a lungo raggio, o un’onda d’urto sonora che respinge i vostri nemici, a corto raggio.

Vibrazioni vi consente, letteralmente, di cambiare musica: grazie ad un suono più rilassato curerete i vostri alleati; tramite una canzone più dinamica, aumenterete la velocità di movimento. Tutto ciò sarà potenziato mettendo il Volume al Massimo, ovvero la seconda abilità del sudamericano.

L’ultra di Lùcio è Barriera Sonora: dall’amplificatore verranno emesse ondate protettive che doneranno uno scudo ingente ai vostri alleati, per qualche secondo avrete una grandissima capacità di sopravvivenza.

Va menzionato che Lùcio può correre sui muri,senza scalarli, donandogli una discreta mobilità.

Sostanzialmente dovrete decidere quale canzone è la migliore nel momento del bisogno, quando utilizzare la vostra abilità per aumentare gli effetti di quest’ultime ed evitare di finire al centro del fuoco nemico in quanto, la vostra dipartita, comporterebbe la mancanza di cure AoE al vostro team.

 

Popolo Networkiano vi ringrazio ancora una volta per avermi seguito, tornerò presto con nuovi articoli e vi chiedo di passare dalla nostra pagina Facebook, https://www.facebook.com/LegaNetwork/?fref=ts , per rispondere al piccolo sondaggio del mio ultimo post.

Saluti e buon Overwatch, Eroi!

 

 

 

Casey A.K.A Christopher,25 anni da Novara. Sono un videogiocatore da 20 anni, principalmente su console fissa e portatile,nonostante un amore nato da poco con Blizzard. Giocatore di Magic da 4 anni. Psn: TheCasey91 Battlnet: TheKris91#2972

No comments

Lascia un commento

Ultimi commenti

I NOSTRI SPONSOR

Iscriviti alla Newsletter