Menu

Destiny Travelers Tales #1 – Skolas

Benvenuti al primo appuntamento di “Destiny Travelers Tales“, un appuntamento settimanale dove vi parlo della storia “nascosta” nel grimorio di Destiny, per raccontarvi da dove vengono i nemici o gli alleati di destiny e le varie storie che ci sono dietro alla storia principale che tutti ben conosciamo. Vorrei cominciare questa serie con uno dei Boss che più mi è piaciuto.
Nel mondo di Destiny i caduti sono forse la razza considerata più debole rispetto alle altre, vuoi che è la prima che incontri, e che con l’avanzare del gioco essa lentamente scompare per dare spazio alle altre.
Ma analiziamo un attimo Skolas, Kell dei Kell.
Skolas non è affatto debole, tutt’altro, è ambizioso e potente; il suo obbiettivo era quello di riunire tutti i casati dispersi per il sistema solare e piegarli sotto la sua volontà.

Skolas, il rabbioso, era un barone del Lupi e uno dei maggiori contentendi alla leadership del Casato dei Lupi dopo la morte di Virixas,Kell dei Lupi, durante la guerra dell’atollo. Durante le varie battaglie della guerra gli insonni sconfissero gli altri due pretendenti al trono dei Lupi, Irxis,la baronessa dei Lupi e Parixas,l’ululante. Senza alcun rivale, Skolas diventa il Kell dei Lupi e raduna i lupi rimasti contro gli Insonni. Alla fine, tradito dal nostro amico Variks, viene catturato dagli insonni e rinchiuso nella Prigione degli Anziani lasciando i Lupi senza un Kell, senza una guida e in balia degli Insonni.

Più avanti la Regina donerà Skolas ai Nove come regalo, nel tentativo di fermare la loro ricerca di Kaliks Primo nei loro territori. Però, i Nove tramite un loro messaggero, liberano Skolas. Skolas, esce dalla sua cella tremolante e con dei forti dolori tanto che non riesce a capire la vera identità del suo salvatore, il tizio gli parla ma non svela la sua identità, anche se viene rappresentato come un messaggero dei nove incappucciato (che sia Xur?) che non può svelare il suo piano e il perche abbia liberato Skolas, semplicemente era un ordine superiore e lui doveva fare ciò che i Nove chiedevano (“la mia volonta non mi appartiene” dice sempre Xur).

“Credo di essere qui… per uno scopo ben preciso. Non posso spiegartelo. Perdonami.”

(Mistero:la sorte di Skolas)

Skolas pieno di rancore e voglioso di vendetta spera di poter distruggere la regina e strangolare con tutte le sue mani Variks il traditore. Il misterioso tizio gli cede una nave con cui possa ricongiugersi con il casato dei lupi in ribellione contro la regina e gli insonni e scompare nel nulla.
Nel mentre Skolas è accecato di rabbia per quello che gli insonni hanno fatto al suo casato, a tutto il dolore che hanno provocato ai Lupi, e si sente anche in colpa perchè essi hanno dovuto soffrire a causa della sua superbia e alla sua sete di potere. Ora però è tardi per piangere il passato, ma pensare al futuro: “non un semplice Kell dei Lupi, ma il Kell di tutto.” Vuole dunque guidare tutti i Casati Caduti verso la vittoria totale, l’obbiettivo finale di Skolas non è la semplice distruzione dell’atollo e della Regina, ma la caduta della Città e la salvezza dei Caduti reclamando la Grande Macchina (Il viaggiatore) cosi che esso donerà loro una scorta infinita di Etere.

Skolas è infatti molto orgoglioso, feroce e spietato, anche per un Kell. Secondo Variks, dopo tutte queste vicissitudini è diventato anche un po delirante, tanto che si crede il Prescelto della profezia del “Casato della Pioggia“, che narra di un Guerriero Caduto da cui si può solo “Scappare o Morire“.

Sappiamo poi che dopo l’evasione di Skolas, egli ha tentato con il suo casato dei Lupi di impadronirsi della tecnlogia e dei segreti dei Vex per potersi assicurare un grandissimo potere e far avverare la profezia e piegare tutti i casati al suo volere e distruggere il Viaggiatore e tutti i Guardiani di luce, ma sappiamo come è finita per lui, i guardiani lo hanno fermato nel pinnacolo della Cittadella su Venere prima che potesse impossessarsi della tecnologia Vex e lo abbiamo rispedito nella Prigione degli Anzini, dove poi i guardiani lo hanno distrutto per sempre.

Skolas è stato a mio parere uno dei Final Boss più caratteristico e ben fatto del mondo di Destiny, nonostante nel gioco la sua storia sia mal raccontata e lui sia stato facilmente sconfitto quando in realtà, attraverso la Lore possiamo vedere quanto egli sia temuto e quanto sia potente rispetto agli altri Kell.
Bene, ci vediamo mercoledi prossimo con un nuovo appuntamento di “Destiny Travelers Tales” dove parlerò della Guerra sull’atollo, di come Skolas ha conquistato il trono di Kell e della sconfitta dei lupi da parte dell’armata degli Insonni guidati dalla Regina.

 

Appassionato di videogiochi sin da bambino, fiero possessore di due console di casa Nintendo: Ds e Wii, oltre alla console di casa Microsoft: Xbox One. Da dicembre 2016 possessore anche di una Ps4 "slim". Studente universitario al secondo anno presso la facoltà di Economia e Management di Pisa.

No comments

Lascia un commento

I NOSTRI SPONSOR